banner ad

Arsenal-Palace 1-1: Sanchez illude l’Arsenal, Bolasie rimette in parità le cose

| aprile 17, 2016 6:52 pm

Sanchez

Dopo il pareggio contro il West Ham, l’Arsenal non va oltre l’1-1 con il Crystal Palace, facendosi superare al terzo posto dal Manchester City. Sanchez apre il match allo scadere del primo tempo, Bolasie pareggia i conti otto minuti prima del fischio finale. Un pareggio che a poco serve ai ragazzi di Wenger, a cui manca una vittoria per raggiungere i 500 successi in Premier League. Per il Crystal Palace, invece, si tratta di un risultato importante: ora i punti sul Sunderland terz’ultimo sono ben 9.

La prima frazione parte in modo bloccato, le due squadre difendono con ordine, gli attaccanti faticano a trovare il guizzo vincente. Nonostante la qualità in attacco, la squadra di Wenger non riesce a imporre il proprio gioco, le emozioni latitano. Al 43esimo minuto, Ozil ha l’occasione per sbloccare il match: dopo un ottimo scambio con Sanchez il tedesco carica il tiro ma Hennessey respinge con il corpo e salva i suoi. I Gunners prendono fiducia, la partita diviene avvincente. Pochi istanti prima di rientrare negli spogliatoi, l’Arsenal spezza gli equilibri: pallone morbido di Iwobi in area di rigore, colpo di testa di Sanchez e pallone in rete.

Il secondo tempo inizia sulla falsa riga del primo. Nei primi 20 minuti non succede praticamente nulla, si registrano più sbadigli che palle gol. Fino al 65esimo. Nel giro di 180 secondi, infatti, l’Arsenal sfiora tre volte il raddoppio: prima con Welbeck e poi Sanchez, vicino al gol in due occasioni. Non c’è tempo nemmeno per rammaricarsi che siamo già dall’altra parte. Ad evitare la beffa ci pensa Cech che, al 76’, salva i suoi su un colpo di testa di Sako. Sono le prove generali del pareggio, che arriva puntale all’82: ad ammutolire l’Emirates ci pensa Bolasie con una conclusione rasoterra che fissa il risultato sul definitivo 1-1.

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Category: Arsenal, Crystal Palace, Home