banner ad

PAGELLE ARSENAL – Sanchez fantasma, male Coquelin e Chamberlain. Wenger che disastro!

| febbraio 4, 2017 3:39 pm

arsene-wenger-arsenal_3758990

Cech 4 -Torna nella sua casa dove viene accolto alla grande. Non ha responsabilità sulle due prime reti del Chelsea. Invece regala il 3 a o a Fabregas

Bellerin 5 – Subisce la pressione degli esterni dei Blues. Non impeccabile la sua diaconale sul gol di Alonso, che gli costa anche un’infortunio. Gabriel 4 – Sognerà probabilmente i movimenti del trio delle meraviglie Pedro-Costa-Hazard per molte notti.

Mustafi 4 – Diego Costa gli crea qualche difficoltà di troppo, mandandolo competamente fuori posizione. Pericoloso sulle palle da fermo, ma la sua partita rimane da dimenticare.

Koscielny 4 -Pressa alto e fa saltare la prima linea di pressing dei suoi consegnando praterie ai Blues. Altra gara da dimenticare per il francese.

Monreal 5.5 – L’unico a rendersi utile nel disastro collettivo odierno. Arriva spesso sul fondo per mettere cross invitanti, ma al centro non trova nessuno per tutto il primo tempo, fino all’entrata di Giroud che grazie ad un suo assist firma il 3 a 1.

Chamberlain 4 – Kanté lo annulla completamente e lui va in crisi. Zero personalità e poca qualità. Fatica molto in un ruolo non suo.

Coquelin 4 – Dovrebbe prendere in mano la situazione, invece è il primo a non dare copertura alla difesa. Impostare il gioco non è il suo forte e Matic fa il bello e cattivo tempo.

Walcott 4 – costretto a marcare Pedro come un terzino per tutta la partita, non si fa mai vedere in zona offensiva impedendo ai suoi le ripartenze.

Ozil 5 - Prova a prendersi il centrocampo, ma viene poco assistito dai suoi compagni di reparto. La sua partita viene racchiusa in un tiro di sinistro strozzato che finisce comodamente nelle mani di Courtois.

Iwobi 4 – Semplicemente vagabonda per il campo senza una meta come un fantasma che per la prima volta calca un campo di calcio.

Sanchez 4 – Wenger lo prova prima punta, ma il match del cileno è un assoluto disastro. Soffre la fisicità dei difensori avversari non incidendo mai.

Giroud 6.5 – Prima palla tocca dopo essere entrato ormai su un risultato compromesso e fa gol. Un chiaro messaggio a Wenger: la prossima volta magari mettimi dentro.

Wenger 2 – Tutto quello che tatticamente non andava fatto è stato fatto. Modulo sbagliato, ampiezza di campo inesistente e giocatori schierati fuori ruolo, altri come Giroud fatti entrare a cinque minuti dal termine. La storia d’amore tra lui e l’Arsenal sta terminando dopo tantissimi anni. Partite come quella di oggi sono la dimostrazione lampante

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Category: Arsenal