banner ad

Welbeck spinge l’Arsenal al terzo posto, Norwich nei guai

| aprile 30, 2016 8:30 pm

1423596_WIDE_FULLSCREEN

Massimo risultato con il minimo sforzo per l’Arsenal, cui basta una rete di Welbeck nella ripresa per battere un ottimo Norwich e tornare al terzo posto in classifica, lasciando i Canaries al penultimo posto in classifica. Inizio difficile per i Gunners sia in campo, dove Redmond impegna Cech impattando da buona posizione un cross insidioso, e sugli spalti, dove parte del pubblico invoca le dimissioni di Wenger, dopo una stagione non certo memorabile dei londinesi. A scuotere i suoi ci pensa il più giovane, Iwobi, che però calibra male il suo diagonale terminato a lato. Ospiti che come da copione aspettano il momento giusto per colpire in contropiede quando trovano spazio, difendendo con ordine e azzerando nel primo quarto di gara le occasioni da rete degli uomini di Wenger, che come spesso accade tengono palla con percentuali barcelloniane ma senza pungere. E’ ancora Cech a dover intervenire a tre minuti dalla pausa, e ancora una volta su Redmond; la terza occasione su tre creata dallo scatenato numero 22 gialloverde e terminata di un soffio a lato fa calare il sipario su un primo tempo assai incoraggiante per la squadra di Alex Neil e terrificante per l’Arsenal, per cui il risultato è l’unico aspetto da salvare.

Via alla ripresa e Wenger è subito costretto a sostituire per guai muscolari Mertesacker con Gabriel, e poco dopo decide di rompere gli indugi inserendo anche Welbeck per Iwobi: è la mossa giusta, perché quattro minuti dopo il suo ingresso è proprio l’ex United a coordinarsi alla perfezione su sponda di Giroud e a portare avanti i suoi al primo tiro in porta della gara. L’1-0 libera mentalmente i Gunners, che sfiorano il raddoppio con Sanchez, e per rinforzare l’attacco chiamato a cercare la rimonta Neil toglie Hoolahan per giocarsi la carta Mbokani. Proprio l’attaccante congolese ha subito l’occasione del pari, ma Gabriel gli nega il tap-in da pochi passi con un grande intervento difensivo; entra anche Naismith negli ospiti, ma la grande occasione capita a Elneny, che chiama Ruddy alla prima parata, e che parata, della sua partita al minuto 82. Wenger si copre con Coquelin per Sanchez, ma dopo quattro minuti di recupero di assedio disperato del Norwich la gara si chiude sull’1-0. L’Arsenal stacca il Manchester City, impegnato domani, e si riporta al terzo posto in classifica, blindando di fatto almeno la qualificazione ai preliminari di Champions dall’attacco del West Ham. Dall’altra parte il Norwich, che avrebbe obiettivamente meritato di più quest’oggi, si ritrova da solo al penultimo posto, due punti sotto la linea di galleggiamento occupata dal Newcastle, che però ha una partita in più: i Canaries si giocheranno tutto tra le mura amiche tra il 7 e l’11 maggio, giorni in cui a Carrow Road arriveranno prima il Manchester United e poi il Watford.

 

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Category: Arsenal, Home, Norwich, Premier League