banner ad

Championship Review: 8ª giornata.

| settembre 21, 2014 1:11 pm

Middlesbrough

E dopo il turno infrasettimanale ventidue delle ventiquattro squadre di Championship già in campo di Sabato. Ecco cosa è Successo:

Watford-Bournemouth 1-1.
Goals: Arter (B), Cathcart (W).

Anticipo delle 12:15 inglesi tra Watford e Bournemouth. I padroni di casa sono in gioco per il primo posto, gli ospiti invece non hanno iniziato bene il campionato e vogliono tornare a sorprendere l’Inghilterra. I Cherries così partono bene e già nel primo tempo avrebbero modo di passare in vantaggio grazie ad un calcio di rigore che il terzino irlandese Harte però fallisce. Nella ripresa il Bournemouth continua la pressione e trova il goal con Arter, è come una doccia fredda per il Watford, convinto che prima o poi sarebbe passato in vantaggio grazie alle sue maggiori doti tecniche, evidentemente però Oscar Garcia deve ancora far capire ai suoi ragazzi i suoi schemi. Ad ogni modo gli Hornets si buttano a testa bassa in attacco e a sette minuti dal termine trovano il pari con il nordirlandese Cathcart, subentrato nel primo tempo all’infortunato Tamas.

Millwall-Nottingham 0-0.

Match di alta classifica a The Den. Il Millwall ospita la capolista Nottingham, stranamente però la partita non è spettacolare come ci si poteva aspettare da una sfida di Championship, le difese delle due squadre hanno la meglio, nello specchio della porta di Forde vengono indirizzati solo due tiri, mentre verso quella di Darlow solo quattro. In realtà i Lions pagano di più la loro imprecisione, perché spesso la partita viene giocata nella metà campo degli ospiti. Ne viene fuori un pari che anche grazie ai risultati delle altre partite, permette ai Forest di rimanere primi in classifica.

Norwich-Birmingham 2-2.
Goals: Reilly (B), Gray (B), doppietta Jerome (N).

Fallisce il sorpasso al Nottingham il Norwich, ma per come si era messa la partita può ritenere il punto di oggi un punto guadagnato. Il Birmingham di Lee Clark non ci sta infatti a fare la vittima sacrificale dei Canaries e gioca con una grande intensità, in particolare nel primo tempo che chiude in vantaggio per due a zero, grazie ai goal di Reilly e Gray. La partita però non finisce dopo i primi quarantacinque minuti, i Blues calano d’intensità ed il Norwich si affida al suo capocannoniere Cameron Jerome per recuperare il match. E l’ex Cristal Palace si dimostra un cecchino in questa categoria, andando a segnare in due minuti tra il cinquantatreesimo ed il cinquantacinquesimo due goal che rilanciano la partita del Norwich. Il Birmingham però riesce a difendere il pari ed il Nottingham resta intesta.

Wolverhampthon-Bolton 1-0.
Goal: Dicko.

C’è una squadra che invece approfitta dei due stop di chi gli sta avanti per recuperare punti in classifica. E’ il Wolverhampthon che con qualche brivido di troppo piega il Bolton relegato in posizioni rischiose da inizio campionato. I Wolves a Molineaux sono una macchina perfetta quattro vittoria in quattro partite per i neo promossi, che a fine primo tempo sono già in vantaggio per via del goal di Dicko. Ma i Wanderers attaccano ed ottengono anche un calcio di rigore a metà ripresa. Della battuta si incarica Garvan, che calcia a sinistra, ma il portiere nigeriano Ikeme si distende e manda in calcio d’angolo facendo calare il sipario sulle speranze del Bolton di pareggiare.

Middlesbrough-Brentford 4-0.
Goals: Leadbitter, Adomah, Bamford, Kike.

E per una neo promossa che va bene, un’altra viene travolta. A Riverside Stadium il Boro annienta letteralmente il Brentford, nel primo tempo i padroni di casa passano in vantaggio con il solito Leadbitter ed amministrano il risultato maturato nei primi quarantacinque minuti. Nel secondo complice anche il maggior intento dei Bees di attaccare per trovare il pareggio, il Middlesbrough dilaga, segna ad inizio ripresa Adomah, a metà secondo tempo il gioiellino Bamford ed al novantesimo chiude il match sul quattro a zero Kike, nonostante questa larga vittoria c’è una nota negativa anche in questo match per il Boro, che finisce la partita in dieci per una follia di Whitehead centrocampista con molta esperienza, ma che nonostante il risultato già ottenuto si fa espellere e salterà le prossime partite.

Sheffield Wednesday-Reading 1-0.
Goal: May.

Altra squadra ad approfittare della giornata di pareggi è lo Sheffield che tra le mura amiche batte il Reading che veniva da quattro vittorie consecutive se si conta anche la coppa. Effettivamente i Royals macinano gioco nel primo tempo ed al trentunesimo hanno una ghiotta occasione perché Coke atterra Murray in area ed è calcio di rigore. Dagli undici metri però lo stesso Murray si fa ipnotizzare da Westwood. Nella ripresa arriva il goal che decide la partita, negli ultimi minuti passano gli Owls con May.

Rotherham-Charlton 1-1.
Goals: Gudmundsson (C), Becchio (R).

Chiudiamo la carrellata dei risultati delle neo promosse con quello del Rotherham. Positivo se si valuta l’avversaria, il Charlton infatti è lanciato in alta classifica. Gli Addicks effettivamente partono con maggior vigore e nel primo tempo passano in vantaggio con il nazionale islandese Guðmundsson. I Millers però si organizzano e nel secondo tempo pareggiano, con goal di Luciano Becchio, attaccante argentino in prestito dal Norwich che fissa il risultato sull’1-1 che reggerà fino al novantesimo minuto.

Derby County-Cardiff 2-2.
Goals: Gunnarsson (C), Whittingham (C), Ibe (D), Bryson (D).

Il Cardiff va vicino all’impresa a Pride Park, ma come spesso gli è capitato in questo inizio di campionato, sembra una squadra incompiuta. Accade tutto nel secondo tempo, dopo un quarto d’ora della ripresa i gallesi sono in vantaggio per due a zero, goal di Gunnarsson e Whittingham, ma i Rams compiono una rimonta a suo modo storica, entra la partita nella lista dei recuperi più belli della stagione, prima accorcia le distanze Ibe, poi pareggia a cinque minuti dal termine Bryson, il Derby County resta in zona playoff, il Cardiff invece sembra una squadra senza carattere.

Fulham-Blackburn 0-1.
Goal: Rhodes.

Il Fulham non ha più in panchina Magath, che aveva un record davvero negativo in maglia Cottagers, al suo posto oggi c’è Kit Symons, ma sembra non sarà la scelta definitiva del presidente Shahid Khan. Le vecchie brutte abitudini del Fulham non sono però cambiate. Purtroppo la partita si decide ai minuti di recupero del primo tempo, Hutchinson troppo irruento si fa espellere. I Rovers iniziano quindi la ripresa con un uomo in più, contro una squadra mentalmente in gravi difficoltà e che in sette partite ha raccolto solo un punto e vincono con il minimo sforzo, 1-0 grazie al solito Jordan Rhodes.

Leeds-Huddersfield 3-0.
Goals: Austin, Antenucci, Doukara.

Un’altra squadra che dilaga in casa come il Middlesbrough oggi è il Leeds, che come nella partita infrasettimanale fa tre goal agli avversari, ma se i Cherries Martedì avevano provato a rendersi pericolosi segnando una rete i Terriers non oppongono resistenza. Se Cellino in settimana ha pensato di affidare la squadra ad un computer, il consiglio invece è quello di promuovere Neil Redfearn a manager dei Whites. Per la cronaca le reti sono siglate da Austin, Antenucci e Doukara. Anche in questo caso come per il Boro l’unica nota negativa è un espulsione a punteggio già ottenuto che in questo caso viene rifilata a Berardi per doppia ammonizione.

Brighton & Hove-Blackpool 0-0.

Termina l’elenco dei match di Sabato la sfida di bassa classifica tra Brighton e Blackpool. I padroni di casa ci provano con costanza, ma proprio non riescono a segnare a Lewis. Un pari per il Blackpool che ora non è più ultimo in classifica, nonostante la zona salvezza sia ancora lontana. Per i Seagulls invece che dire, Sami Hyypiä ad oggi non sembra all’altezza di Oscar Garcia che la scorsa stagione ha guidato il Brighton ai playoff.

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Category: Football League Championship