banner ad

Calciomercato: ufficiale Lukaku al ManU

| luglio 8, 2017 10:36 am

Lukaku-ManU-Twitter

Da un paio di giorni si era in fase avanzata di trattativa, ma da pochi minuti è ufficiale: Romelu Lukaku è il nuovo centravanti del Manchester United. Lo ha reso noto il club di Old Trafford tramite il suo account su Twitter, senza rilasciare ulteriori dettagli, se non che il buon esito della trattativa è ora solo soggetto ai test medici. Sulla pagina web ufficiale del club si rimanda a piú tardi per maggiori informazioni.
Secondo la stampa britannica, comunque, l’affare sarebbe stato chiuso sulla base di 85 milioni di €, sufficienti a convincere l’Everton a liberare un attaccante che tre anni fa era costato 35 e che han giá sostituito con l’Under-23 spagnolo Sandro Ramírez, preso dal Málaga per 6 milioni.

Il Manchester United aveva accelerato negli ultimi giorni, quando il Chelsea sembrava vicinissimo a riportare il calciatore a Londra e quando la trattativa per portare Álvaro Morata ad Old Trafford si era complicata. Cosí, i “Red Devils” hanno messo a segno la zampata decisiva, sborsando la cifra richiesta dall’Everton e chiudendo una questione che stava tirando troppo per le lunghe.
Per José Mourinho si tratta del secondo acquisto in questa sessione di mercato, dopo quello del difensore svedese Lindelöf, preso dal Benfica per 35 (+10 di bonus) milioni di €. Librato Ibrahimović, serviva al tecnico portoghese un attaccante che garantisca gol. E con Lukaku dovrebbe andare sul sicuro: il centravanti belga, a soli 24 anni, ha infatti giá segnato 165 reti in carriera, 85 in Premier League, 25 solo nell’ultima stagione.

Nato ad Antwerp, in Belgio, il 13 Maggio del 1993, Romelu Menama Lukaku si è fin da ragazzino distinto per lo strapotere fisico e l’istinto goleador. Suo padre era stato calciatore ed aveva rappresentato la nazionale dello Zaire, mentre lui e suo fratello Jordan (terzino sinistro oggi alla Lazio) hanno scelto il Belgio, dove son nati e cresciuti.
Romelu spiccò da subito, debuttando appena sedicenne con l’Anderlecht, nel 2009. Due anni dopo aveva giá segnato 39 reti in Pro-League, vincendo da capocannoniere il torneo 2009-10. Nell’Agosto del 2011 venne acquistato dal Chelsea per 12 milioni di €, ma restó ai margini della squadra, non riuscendo a raccogliere neanche il gettone europeo necessario a poter reclamare come sua la vittoria della Champions League 2011-12. A curriculum riporta, in cambio, la F.A. Cup di quella stessa stagione, giocando 2’ nel match del primo turno a Stamford Bridge contro il Portsmouth. La stagione successiva, vedendo che la situazione non migliorava, accettò il passaggio in prestito al West Bromwich Albion, chiudendo l’anno con le sue prime 17 reti in Premier League e guadagnandosi l’attenzione dell’Everton, che lo reclamò – sempre a titolo temporaneo – per la stagione 2013-14, in cui realizzò altri 15 gol in campionato. Dopo i Mondiali venne acquistato a titolo definitivo dai “Toffees”. Il Chelsea non aveva mai creduto in lui come erede di Diedier Drogba ed ora se ne pente…

I “Blues”, a questo punto, proveranno a lusingare Morata. La situazione è complicata, giá che bisogna piazzare Diego Costa. L’attaccante brasiliano deve decidere se accettare l’offerta dell’Atlético Madrid, che lo potrebbe peró tesserare solo in Gennaio a causa della sanzione della FIFA; restare fermo tanto tempo, peró, potrebbe compromettere le possibilità del “Lagarto” di essere selezionato dalla nazionale spagnola per la Coppa del Mondo della prossima estate. D’altro canto, se non va via Costa non arriva nessuno. E questa situazione ha giá causato la perdita di Lukaku.
Intanto, nelle ultime ore sono state chiuse altre importanti trattative in Premier League: lo Stoke City ha venduto Jonathan Walters al Burnley in cambio di 3 milioni di £; lo scatenato Huddersfield ha preso il difensore danese ventisettenne “Zanka” Jørgensen dal Copenaghen; lo Swansea ha chiuso finalmente per il centrocampista canario del Las Palmas Roque Mesa in cambio di 11 milioni di £, mentre tornano in Spagna Jordi Amat (dallo Swansea al Betis in prestito con diritto di riscatto fissato ad 1 milione) e Bernardo Espinoza (dal Middlesbrough al neopromosso Girona); il Leicester si rinforza con Vicente Iborra, che arriva dal Sevilla per 13 milioni di €.

 

Mario Cipriano

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Category: calciomercato, Chelsea, Everton, Home, Manchester United, Premier League