banner ad

Cinque mesi dopo, Falcao

| aprile 10, 2016 9:26 pm

falcao

Gli infortuni e le squalifiche in attacco stanno obbligando Hiddink a richiamare in campo gente che sembrava proprio non rientrare nel piano di salvataggio del finale di stagione del Chelsea. Dopo il debutto con gol su rigore di Pato la scorsa settimana, ieri è stato Radamel Falcao e risvegliarsi dal letargo e tornare in campo. Cinque mesi dopo l’ultimo gettone.
Il centravanti colombiano è entrato in campo Sabato pomeriggio al Liberty Stadium al minuto 76’, disputando una ventina di minuti in cui non è riuscito ad impedire che i “Blues” perdessero 0-1 contro lo Swansea di Francesco Guidolin.

Falcao non giocava dallo scorso 31 Ottobre, quando entró in campo nel quarto d’ora finale del match di Premier League perso dai suoi a Stamford Bridge contro il Liverpool (1-3). Fino ad allora, pur se da riserva, aveva giocato quasi tutte le gare, 9 su 11, segnando anche una rete a fine Agosto contro il Crystal Palace. 161 giorni e 30 match ufficiali dopo, il ritorno in campo, finalmente recuperato dallo stiramento patito lo scorso 3 Novembre e da cui era ricaduto il 28 Dicembre.
Il giocatore da qualche settimana ormai era recuperato, ma il tecnico olandese aveva preferito tenerlo fuori finché non fosse stato al meglio della forma. Ieri è sembrato voglioso di far la sua parte ed ha anche sfiorato il gol del pari, ma, con la stagione che volge al termine e vede il Chelsea relegato a metá classifica in Premier e fuori da tutte le coppe, il suo rientro risulta tardivo e praticamente inutile. C’è da ricordare, infatti, che Falcao è al Chelsea in prestito dal Monaco, club a cui dovrá far ritorno a fine stagione, probabilmente per ripartire di nuovo. A questo punto il suo unico vero obbiettivo è mettersi a punto per l’estate, sperando di convincere il ct argentino della Colombia José Pekerman a convocarlo per la Copa América in U.S.A. e per le Olimpiadi di Río de Janeiro.
La missione non sara’ affatto facile. Dopo le stagioni d’oro tra River Plate, Porto e Atlético Madrid, infatti, Falcao da oltre due anni non è piú lo stesso, da quando si infortunò ad inizio Gennaio 2014 in una gara di Coppa di Francia vestendo la maglia del Monaco. Uno stop di cinque mesi che gli fece perdere il Mondiale brasiliano e pare anche la brillantezza e la ferocia che ne avevano fatto “El Tigre”. Da allora, ha segnato solo 7 reti (in 45 gare) coi club in cui ha giocato (Monaco, Manchester United e Chelsea) e 5 (in 12 gare) con la nazionale colombiana. Uno score imbarazzante per un goleador fino ad allora aveva bucato le reti rivali ben 224 volte, contribuendo in modo decisivo ai trionfi delle squadre in cui aveva militato.

 

Mario Cipriano

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Category: Chelsea, Home, Premier League, Swansea City