banner ad

FOCUS – Le avversarie europee del Chelsea

| settembre 10, 2014 1:04 pm

Liverpool

Oggi analizzeremo le avversarie europee della squadra inglese più favorita, almeno sulla carta, per il trionfo finale in Champions League: il Chelsea.

I Blues vogliono migliorare il loro risultato della scorsa stagione, quando vennero eliminati dai campioni di Spagna dell’Atletico Madrid. E per riuscire nell’impresa, i londinesi, oltre alla guida di Mourinho, potranno contare su una squadra decisamente più forte di quella dello scorso anno. E la partenza lanciata effettuata in Premier, tre vittorie su tre, lascia ben sperare.

Infatti sono arrivati giocatori del livello di Fabregas, più il trio degli spagnoli che lo scorso anno li ha eliminati dalla coppa: Diego Costa, Filipe Luis e Courtois -rientrato dal prestito- che hanno alzato notevolmente il tasso qualitativo della squadra. Ma soprattutto è tornato colui che regalò all’allora club guidato da Di Matteo la prima e finora unica Champions della sua storia: Didier Drogba. L’ivoriano ha qualche anno in più, ma il talento è rimasto. Punterà dunque al bis?

Inoltre il club di Abramovic ha anche un altro alleato: la…cabala! Infatti, l’unica Champions il Chelsea l’ha vinta  il 19 maggio del 2012 contro il Bayern Monaco a Monaco, in Germania. E dove si giocherà la prossima finale? Ovviamente in Germania, più precisamente all’Olympiastadion di Berlino, lì dove si laureò campione del mondo l’Italia di Lippi nel 2006.

Sulla strada verso la finale, però, Drogba e compagni troveranno tre squadre affamate di gloria.

La prima viene dalla Germania, da Gelsenkirchen esattemente, ed è lo Schalke 04. Il club allenato da Keller ha chiuso l’ultima stagione al 3° posto, che gli ha permesso di accedere direttamente alla fase a gironi, mentre in questo campionato dopo due giornate ha appena un punto, conquistato però contro il Bayern Monaco. Lo scorso anno la loro corsa alla coppa finì agli ottavi di finale contro la squadra che poi vinse la notte di Lisbona, il Real Madrid. Il modulo di base dei tedeschi è un 4-2-3-1 ricco di qualità sulla trequarti grazie a Sam, Meyer e Draxler che supportano l’unica punta Huntelaar.

La seconda minaccia arriva dai portoghesi dello Sporting Lisbona. I biancoverdi sono guidati da Marcos Silva, e lo scorso anno hanno sfiorato la vittoria del titolo – che manca dal 2002- arrivando secondi, mentre quest’anno dopo tre partite hanno conquistato cinque punti.

Il loro credo tattico è il 4-3-3, con il tridente formato da Carillo, Silmani e Nani, cavallo di ritorno ricevuto dallo United in cambio di Marcos Rojo.

I lusitani mancano dalla Champions dalla stagione 2008-2009 e hanno tutta l’intenzione di fare bene.

L’ultima squadra, che sembra destinata al ruolo di sparring partner, è il Maribor. Gli sloveni, guidati da Slimundza, sono campioni in carica nel loro paese. I viola lo scorso anno lasciarono la Champions solo ai playoff, quando dovettero arrendersi al Viktoria Plzen. Il loro modulo di riferimento è il 4-4-2, con Stojanovic e Mertelj come bocche di fuoco. Attualmente in campionato, dopo sei partite, hanno collezionato quattro vittorie e due sconfitte.

Dunque il Chelsea, se giocherà al massimo, non avrà problemi a continuare la propria strada verso Berlino.

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Category: Champions ed Europa League, Chelsea, Home, Premier League