banner ad

FOCUS / Yaya Touré torna il re del centrocampo. Adesso Guardiola ha un asso in più

| novembre 22, 2016 3:00 pm

manchester-city-yaya-toure

Sembrava dovesse finire per sempre la storia d’amore tra Yaya Touré e il Manchester City. La causa? Il rapporto non idilliaco con il nuovo manager Guardiola – i due hanno avuto qualche problema anche al Barcellona – e i diverbi tra il mister spagnolo e il procuratore dell’africano. Tutto finito? Neanche per sogno. Guardiola decide di schierarlo dal primo minuto nella delicatissima trasferta contro il Crystal Palace. Il numero 42 è pronto a riprendere in mano il “suo” centrocampo. L’attesa da parte dei tifosi è tanta, Yaya rimane il loro unico idolo, anche più di Aguero per molti. Un giocatore così difficilmente delude le aspettative: prima porta in vantaggio i suoi, poi dopo il pareggio di Wickham, decide il match con un tocco da rapace d’area di rigore su un angolo battuto da Nolito. Al termine della partita l’abbraccio con l’allenatore fa trasparire un’armonia ritrovata. Dopo le scuse a mister e compagni sono arrivati anche i gol. Difficilmente adesso uscirà dalla cerchia dei titolari. Il city potrà contare su di lui per riprendere il Chelsea e Leverpool in testa alla classica. Con un Touré in più la cosa non è impossibile, Guardiola lo sa e nonostante le incompressioni del passato il bene della squadra viene prima di tutto.  L’occasione di fare una stagione leggendaria c’è, e nessuno dalle parti di Manchester vuole perdere questa occasione.

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Category: Home, Manchester City, Premier League