banner ad

Il City è pronto a ricevere il PSG: 2-1 al WBA

| aprile 9, 2016 8:28 pm

kun

É finito 2-1 al City of Manchester il match valido per la 33ª giornata di Premier League tra il Manchester City ed il West Bromwich Albion. Una vittoria – la seconda consecutiva dopo la debacle nel derby di due settimane fa – che permette alla squadra di Pellegrini di mantenersi salda in zona Champions e di avvicinare l’Arsenal al terzo posto che vale l’accesso diretto alla fase a gironi della massima competizione europea. Per il club di Birmingham, invece, è un nuovo stop che lo fa scivolare al 12° posto in graduatoria.

I “Citizens” si son presentati con la formazione di gala, riservando solo i recentemente recuperati Yaya Touré e Kevin De Bruyne, oltre a David Silva. Occasione dal primo minuto per Bony e Nasri, approfittata dal francese ma non dall’ivoriano. Pulis, invece, inizia con tutta l’artiglieria, ma deve cambiare strategia dopo una ventina di minuti, quando l’attaccante venezuelano Rondón si infortuna e viene sostituito dal centrocampista Gardner, passando dallo schema 4-2-3-1 ad un piú attento 4-3-3.
In quel momento il punteggio era giá di 1-1, frutto della rete in apertura di Sessègnon e del pareggio al 19’ del “Kun” Agüero. L’1-0 è una perla da manuale: un contropiede il cui l’ex ManU Darren Fletcher allarga sulla sinistra per McClean, questi crossa in area, dove Sessègnon finta il controllo e da posizione angolata batte Hart, che avrebbe potuto fare qualcosa in piú. Il pari arriva su rigore per un fallo dello stesso Sessègnon sull’ex laziale Kolarov, che Agüero trasforma nel suo gol numero 130 con la maglia del City, entrando cosí nella top-10 dei calciatori piú prolifici della storia del club. Il resto del primo tempo è stata una mostra di British football allo stato puro, con ritmi alti, i padroni di casa elaborando maggiormente il gioco ma senza riuscire a controllarlo o a domare i contropiede sempre insidiosi del “Buggies”. Da annotare una conclusione da lontano di Kolarov (giá in gol la scorsa settimana) ed un rigore reclamato da McClean per un presunto fallo di Zabaleta.
Il secondo tempo era iniziato piú in sordina, scosso da isolate giocate di Agüero e dagli ingressi in campo di Touré e di De Bruyne. Ma niente che potesse svegliare il match dall’insperato torpore come la rete di Samir Nasri al 66’, frutto di una giocata tessuta dal neo entrato belga, accelerata da Navas, bravo a trovare in area il “Kun”, la cui conclusione è respinta; palla di nuovo all’argentino, bravo a servire Nasri per il gol che a posteriori avrebbe deciso la gara. L’ultima mezz’ora di gara è stata segnata dalla mancanza di reazione del West Brom, incapace di alzare il ritmo a fronte del palleggio di un City che ha amministrato energie pensando giá alla sfida di Champions League di Martedí prossimo, quando contro un Paris Saint-Germain che ha fatto molto piú turnover (vincendo comunque 2-0 in trasferta contro il Guingamp) servirà una prestazione di altro livello per passare il turno e raggiungere lo storico traguardo della qualificazione alle Semifinali di Champions.

TABELLINO
MCFC: Hart; Zabaleta, Otamendi, Mangala, Kolarov; Jesús Navas, Fernando, Delph (dal 60’, Y. Touré), Nasri; “Kun” Agüero (dal 90’, Clichy), Bony (dal 60’, De Bruyne). (In panchina: Caballero, Demichelis, Fernandinho, Iheanacho)
WBM: Foster; Dawson, McAuley, Evens, Chelser; Sandro, D. Fletcher; Sessègnon (dall’80’, Leko), Berahino, McClean; S. Rondón (dal 21’, Gardner). (In panchina: Myhill, J. Olsson, Yacob, McManaman, Anichebe)

Gol: 6’ Sessegnon [W]; 19’ (p) “Kun” Agüero [M]; 66’ Nasri [M].
Ammonito: Gardner.

 

Mario Cipriano

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Category: Home, Manchester City, Premier League, West Bromwich Albion