banner ad

Jota è rinato col Brentford

| marzo 18, 2017 9:27 am

jota

Qualche anno fa Jota Peleteiro puntava in alto. Nato a La Coruña, ma allistato nelle giovanili dei rivali del Celta Vigo, era la perla della cantera di un club che passava un momento complicato, tra retrocessioni e problemi economici. Sembrava, perché il Celta decise improvvisamente di non puntare su di lui proprio quando sembrava pronto, avendo appena guidato l’Eibar verso la promozione in Liga: venduto al Brentford, dopo una prima stagione irregolare, tornó all’Eibar, per far marcia indietro dopo un anno ed ora riprendersi le “Api” definitivamente.
Da inizio anno, infatti, le sue prestazioni stanno convincendo tutti. 11 gare di Championship (e 2 in F.A. Cup) condite da 6 reti e 4 assist hanno rilanciato un Brentford che era in cattive acque ed ora guarda alla fase finale della stagione con ottimismo ed illusione. L’hattrick al Rotherham dello scorso 25 Febbraio è stato l’apoteosi per un Jota che torna ad essere @KingJota, come il suo username su Twitter recita.

Griffin Park lo adora, come gli inglesi sanno adorare i calciatori di talento, quelli che fanno la differenza, con una idolatria senza condizioni. Comparato in gioventú a Kaká, cerca ora la sua strada, giá che alla soglia dei 26 anni non è piú tempo di paragoni e prospettive, ma di concreto presente. Alle spalle restano gli inizi nel Celta, la fallimentare cessione in prestito al Real Madrid Castilla, la doppia esperienza all’Eibar chiusa in modo inatteso e deludente.
Pagato oramai quasi tre anni fa 1 milione e mezzo di Euro, inizia a spiegare con gol, assist e giocate vertiginose perché un club di seconda divisione spese quella quantitá per un ragazzino semisconosciuto. Questo pomeriggio la visita al Burton sará una nuova occasione per “King Jota” di dimostrare che è tornato davvero.

 

Mario Cipriano

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Category: Champions ed Europa League, Home