banner ad

Manchester City di nuovo al terzo posto, Stoke travolto 4-0

| aprile 23, 2016 3:38 pm

1420350_WIDE_FULLSCREEN

Tutto facile per il Manchester City, che soffre solo nella prima mezz’ora e poi ha la meglio sullo Stoke City con un perentorio 4-0, portandosi momentaneamente a +1 sull’Arsenal, al terzo posto in classifica. La prima occasione è per il giovane Iheanacho, che su tocco di Aguero manda a lato con Given ormai battuto, ma sono i Potters a farsi preferire, e Hart è chiamato alla parata sull’insidiosa punizione calciata da Whelan, mentre sul corner susseguente Shawcross sbaglia da ottima posizione. Sempre su palla inattiva ci prova Otamendi dall’altra parte, ma senza impensierire troppo l’eterno Given, primo giocatore di 40 anni a scendere in campo per lo Stoke dai tempi di Stanley Matthews. Il pallino del gioco è sempre in mano ai padroni di casa, ma le occasioni sono tutte degli uomini di Hughes: Muniesa mette i brividi a Hart con un tiro cross fuori di poco, Imbula conclude alto da fuori area e Joselu sciupa l’ottimo assist di Arnautovic spedendo a lato di testa. Errori pesanti, pesantissimi per gli ospiti, perché nei dieci minuti finali del primo tempo il City cambia marcia e si porta in doppio vantaggio, grazie al perfetto stacco di Fernando sugli sviluppi di un’azione d’angolo e al rigore concesso per trattenuta di Shawcross su Iheanacho e trasformato dal Kun Aguero.

Altro peccato mortale dello Stoke in avvio di ripresa, sempre con protagonista Joselu, che sempre su invito di Arnautovic fallisce clamorosamente il 2-1 a tu per tu con Hart. La replica è affidata a Iheanacho, che impegna il portiere danese Haugaard subentrato nell’intervallo all’acciaccato Given, e il botta e risposta prosegue: Diouf manda sull’esterno della rete sugli sviluppi di un corner, Touré appoggia debolmente su Haugaard da buona posizione, Arnautovic trova tra sé e il 2-1 un grande Hart e Iheanacho manca l’appuntamento con la conclusione imbeccato da Navas. Poco male per il nigeriano, che in meno di un quarto d’ora si rifà con gli interessi siglando la doppietta che chiude la partita: prima il 3-0 fin troppo facile, a porta vuota su cross di Zabaleta, e poi il poker, saltando l’intera difesa dei Potters. Terza imbarcata consecutiva da 4 gol al passivo per lo Stoke, ormai da tempo nel limbo di centro classifica, mentre per il Manchester City i tre punti significano nuovo sorpasso al terzo posto sull’Arsenal, impegnato domani a Sunderland, e arrivo in grande stile all’appuntamento con la semifinale di Champions contro il Real Madrid.

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Category: Home, Manchester City, Premier League, Stoke City