banner ad

Premier League: Diego Costa incanta, Pellè inarrestabile, Lukaku sblocca l’Everton

| settembre 13, 2014 7:00 pm

costa

Un sabato pieno di emozioni quello della 4^ giornata di Premier League. Il lunch match ha regalato una partita di cartello con emozioni a non finire con il pareggio tra Arsenal e Manchester City per 2-2 e anche con le partite delle 16:00 le reti e il ritmo di gioco del massimo campionato inglese ha fatto divertire, e non poco gli amanti del calcio con molti match interessanti.

In quel di Stamford Bridge il Chelsea di Mourinho è riuscito a ribaltare il match che sin dai primi minuti si è era messo in salita. Lo Swansea di Garry Monk si è presentato a Londra spavaldo e imponendo sin dai primi minuti il ritmo partita tanto da riuscire a trovare la rete del vantaggio all’undicesimo grazie all’autorete del capitano dei blues Terry. Allo scadere del primo tempo però i gallesi si abbassano e Diego Costa sale in cattedra calando il tris a tavola e lasciando il posto a Remy che al suo esordio in campo ringrazia Mourinho siglando la rete del 4-1. Un Diego Costa inarrestabile sempre al posto giusto nel momento giusto si è caricato i Blues sulle spalle e ha portato il Chelsea da solo in vetta alla classifica a punteggio pieno. Negli ultimi minuti anche l’ex Liverpool Shelvey mette il timbro sul match mettendo a segno la rete del definitivo 4-2.

Termine altresì a reti bianche il match tra Crystal Palace e il neo promosso Burnley di Dyche. Dopo il pareggio casalingo contro il plurimiliardario Manchester United, gli ospiti anche oggi potevano uscire dal terreno di gioco con un bottino pieno. Dopo un’intera partita senza particolari occasioni da rete infatti all’85′ Arfield si è fatto ipnotizzare dagli 11 metri dal portiere di casa Speroni. Le due squadre dunque non riescono ancora a portare a casa i tre punti dall’inizio di stagione. Il Crystal Palace gioca, crea ma concretizza veramente poco, d’altro canto il Burnley è una squadra quadrata che prima di creare azioni d’attacco pericolose pensa a chiudersi e a difendersi con ordine come fanno la gran parte di club appena approdati nella massima serie.

Passeggia a St. Mary’s Stadium il Southampton di Koeman che batte il Newcastle con un netto 4-0. Gran protagonista del match è Pellè che prima al 6′ e poi al 19′ mette in sicurezza la partita, poi  nella ripresa Cork e sullo scadere una chicca di Schneiderlin chiude i discorsi e affonda il Newcastle. Le critiche piovute sul tecnico dei Saints sembrano ora passare in secondo piano e anche Schneiderlin torna a sorridere dopo che in settimana era uscita una dichiarazione piuttosto scomoda riguardo al mercato estivo. Per il Newcastle di Pardew è invece notte fonda, fanalino di coda dopo 4 partite di campionato sembra essere incapace di reagire ai gol subiti e anche nel gioco espresso lascia piuttosto a desiderare.

Pareggia invece l’ex tecnico del Southampton Pochettino con il suo Tottenham non riesce andare oltre il 2-2 in casa del Sunderland. nei primi 4′ pima il Tottenham passa in vantaggio, poi Johnson con un ottima azione individuale pareggia i conti per il Sunderland. Nella ripresa Eriksen porta avanti gli Spurs ma a 7′ dal termine il Sunderland pareggia nuovamente i conti con Kane e chiude il match senza vinti ne vincitori. Pochettino torna a Londa con l’amaro in bocca nonostante il pareggio senza molti dubbi sembra esser stato il risultato più giusto. Con 7 punti in classifica gli Spurs ospiteranno il wba nella prossima giornata ma prima dovranno pensare all’Europa League per giovedì, mentre il Sunderland può sorridere per il punto guadagnato quest’oggi ma certamente deve cominciare ad inanellare qualche vittoria per evitare di disputare un campionato anonimo.

Vince invece a sorpresa il Leicester in casa dello Stoke City grazie alla rete di Ulloa. Pearson ha impostato i suoi su un gioco non bellissimo da vedere ma sicuramente efficace a dimostrazione di ciò è stato sicuramente il gol della vittoria. Lo Stoke City ha qualità sia davanti che a centrocampo ma oggi Crouch e Bojan non sono riusciti a imporre il loro gioco e il centrocampo è sembrato in affanno, mentre il neo promosso Leicester ha giocato con ordine e ha portato a casa il massimo risultato con il minimo sforzo. Nel prossimo match gli uomini di Pearson affronteranno il Manchester United tra le mura amiche, partita difficile ma visto il periodo dei Red Devils…

A The Hawthorns l’Everton vince 2-0 contro i padroni di casa del Wba. Al secondo minuto si presenta ai propri tifosi Lukaku che sigla la rete del vantaggio dei Toffies, poi nella ripresa Mirallas al 66′ chiude definitivamente la pratica. L’uomo in più della squadr di Liverpool si chiama Lukaku e sicuramente Martinez sa bene che tutto deve girare intorno a lui. Nella prossima giornata il Wba andrà a Londra in casa del Tottenham mentre l’Everton ospiterà il Crystal Palace.

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Category: Burnley, Chelsea, Crystal Palace, Everton, Home, Leicester City, Newcastle, Premier League, Southampton, Stoke City, Sunderland, Swansea City, West Bromwich Albion