banner ad

Storia del Club – Aston Villa

L’Aston Villa Football Club nasce a Birmingham nel 1874 per volontà dei membri della Villa Cross Wesleyan Chapel di Handsworth, un paesino ormai compreso nei confini della seconda città d’Inghilterra. Fin dall’inizio della loro storia i claret and sky-blue si imposero come una delle squadre più importanti dell’isola britannica, vincendo la Birmingham Senior Cup nel 1880 e la prima delle sette FA Cup che impreziosiscono la sua bacheca, 7 anni dopo.

aston-villa-1879-1880-400

L’anno seguente, i Villans, rappresentati dal dirigente William McGregor, furono tra i dodici membri fondatori che diedero inizio alla Football League. Nelle prime stagioni inaugurali del torneo nazionale l’Aston Villa ottenne ottimi piazzamenti, coronati dalla vittoria del campionato 1893/94. Vince la FA Cup l’anno seguente e si laurea nuovamente campione nella stagione 1895/96. Nella stagione successiva raggiunge uno dei picchi più alti della sua storia vincendo il Double, aggiudicandosi il campionato ed alzando al cielo la gloriosa FA Cup.

William McGregor

William McGregor

Il periodo d’oro dei Villans dura per i vent’anni seguenti in cui riuscirà ad ottenere la maggior parte dei titoli presenti nella sua bacheca: vince altri tre campionati ( 1898-99, 1899-00, 1909-10) ed altre tre FA Cup ( 1904-05, 1912-13, 1919-20). Dopo la vittoria della sesta FA Cup nel 1920 inizia un lento declino per la prima squadra di Birmingham che retrocede nel 1936, nonostante fino a qualche anno prima fosse una potenza a livello europeo. La retrocessione arriva per problemi tecnici legati principalmente alla fase difensiva, infatti, durante l’arco dell’intera stagione saranno 110 i gol incassati dalla compagine inglese di cui sette rifilati dall’Arsenal in una sola partita.

Soccer - FA Cup - Final - Aston Villa v Huddersfield Town

Negli anni a cavallo della Seconda Guerra Mondiale interruppe la sua attività sportiva come il resto dei clubs dei paesi impegnati nel conflitto. Negli anni ’40 la squadra venne ricostruita grazie alla dedizione di Alex Massie, ex calciatore dei Villans. Nel 1957 arriva l’inaspettata vittoria in FA Cup contro il leggendario Manchester United guidato da Matt Busby. Due anni dopo arrivò un’altra retrocessione, causata dall’appagamento dei giocatori. Il declassamento dei Villans dura un solo anno grazie all’immediata promozione in prima divisione. Tornato nella massima serie, si aggiudica la prima edizione della Coppa di Lega inglese. Gli anni ’60 furono anni agitati per i tifosi del Villa, smaniosi nel pretendere un cambio alla guida societaria. La molla che li fece scattare fu la terza retrocessione del club nel 1967.

aston-villa-1981-1982-595x324

Un periodo buio in cui l’Aston Villa, nonostante la tradizione, milita nelle serie minori, barcamenandosi tra Second e Third Division della Football League. I tumulti dei tifosi vennero ascoltati e portarono all’insediamento di Pat Matthews, finanziere londinese che acquistò le quote del club. Cominciò così la lenta risalita ai vertici del calcio britannico: nel 1974-75 viene promosso in First Division, e , dopo una prima stagione di assestamento torna ai vecchi fasti, qualificandosi per le coppe europee e vincendo la terza Coppa di Lega.

Sotto la guida di Ron Saunders, nominato manager nel 1973, l’Aston Villa tornò ad essere una squadra di successo, arrivando a vincere il campionato 1980-81. Nonostante la ritrovata quadratura tecnica della squadra, a sopresa, Sanders diede le dimissioni a metà della stagione successiva con la squadra ai quarti di finale di Coppa dei Campioni. Fu sostituito dal suo assistente, Tony Barton, il quale guidò la squadra fino alla finale di Rotterdam contro il Bayern Monaco. Entrò così nella storia insieme ai suoi ragazzi diventando una delle quattro squadre inglesi ad aver alzato al cielo la coppa dalle grandi orecchie. Questo è il punto più alto raggiunto dal Villa nella sua storia e negli anni ’80 che culmineranno con la retrocessione del 1987. L’anno seguente la squadra tornò subito nella massima serie, concludendo il campionato successivo al secondo posto. Nel 1992 l’Aston Villa, fu uno dei fondatori dell’attuale Premier League e chiuse la stagione inaugurale del torneo al secondo posto, il miglior piazzamento in classifica dagli anni ’90 ad oggi.

0,,10265~8943029,00

Nelle stagioni successive, nonostante i risultati altalenanti si aggiudica per due volte la Coppa di Lega, nella stagione 1993-94 e nella stagione 1995-96. Nel 2000, arriva in finale di FA Cup, dopo l’ultima disputata nel 1957, uscendo sconfitto nell’ultima edizione disputata al glorioso stadio di Wembley, in favore del Chelsea. Negli anni seguenti si alternano vari manager che non cambiano l’inerzia dei risultati dei Villans, che continuano ad essere altalenanti. Nel 2006 il cambio di proprietà: Ellis, dopo ventitre anni vende il club a Randy Lerner, imprenditore statunitense già proprietario dei Cleveland Browns, franchigia NFL. Il suo arrivo coincide con l’avvento sulla panchina del Villa Park di Martin O’Neill. I risultati conseguiti dal manager nordirlandese sono positivi, considerando il raggiungimento del sesto posto per tre volte di fila e della finale di Coppa di Lega del 2010, persa contro il Manchester United di Sir Alex Ferguson per 2-1.

Gianluca Vilimburghi – Football-please.com