banner ad

Storia del Club – Everton

Tra le squadre più affascinati del calcio inglese, un ruolo di prestigio è ricoperto dall’Everton.

Fondato nel 1878 a Liverpool, è il club che vanta il maggior numero di partecipazioni al massimo campionato inglese ed è l’unica squadra a non essere mai retrocessa oltre il secondo livello della Lega stessa. Nei suoi primi decenni di vita, complici i due conflitti mondiali, la prima squadra di Liverpool conquistò  solamente 4 Football League (di cui fu fondatore), 2 FA Cup e 2 Charity Shield, retrocedendo anche lo stesso numero di volte nella Seconda Divisione.  Negli anni dal 1961 al 1980 i Toffeemen raggiunsero importanti traguardi sia tra i confini nazionali sia all’estero: con l’arrivo sulla panchina di Harry Catterick la squadra portò a casa il sesto e settimo titolo nazionale, altre due Charity Shield ed una FA Cup diventando anche il primo club inglese a partecipare per 5 anni di seguito alle competizioni europee.

efc1985

Nonostante questo “record”, il primo vero successo fuori l’Inghilterra arrivò il 15 maggio del 1985 quando con Howad Kendall sulla panchina l’Everton vinse la Coppa delle Coppe dopo la vittoria per 3-1 sul Rapid Vienna. Con l’allenatore inglese, si aggiunsero alla bacheca dei trofei un’altra FA Cup e due campionati nelle stagioni 1984/85 (anno in cui l’Everton perdendo l’FA Cup sfiorò l’impresa del “treble”) e 1986/1987. Nel 1992 venne fondata la Premier League, di cui l’Everton fu membro fondatore, ma il momento d’oro della squadra di Liverpool era ormai terminato. Fino al 2002 infatti, non ottennero alcun titolo europeo e a livello nazionale vinsero la quinta FA Cup e la nona Charity Shield non andando mai oltre il sesto posso nel campionato. Nel 2002 giunse sulla panchina dei Toffeemen David Moyes.

article-1017183-001A055100000258-539_468x286_popup

Nonostante con lui non furono conquistati titoli ma solamente delle partecipazioni nemmeno troppo fortunate alle competizioni europee, il tecnico scozzese è stato molto amato dai suoi tifosi. Nei suoi 10 anni circa di permanenza, Moyes non solo infranse ben 4 volte il record di soldi spesi per un calciatore, ma fu anche l’artefice della nascita di un talento qual è Wayne Rooney che ha esordito nella massima divisione inglese a soli 17 anni proprio con la maglia dell’Everton. Sebbene tutti si fossero accorti del potenziale del giovane attaccante inglese, nel 2004, due anni dopo il suo esordio, fu venduto al Manchester United per la modica cifra di 27 milioni di sterline.

Oggi il club di Liverpool è allenato da Roberto Martinez e dopo un girone di andata in cui ha guadagnato 37 punti si trova in piena lotta per la Champions League.

Benedetta Orefice – Football-please.com