banner ad

Storia del Club – Swansea City

In una terra come il Galles, dove il rugby ha un significato quasi spirituale, l’idea di concepire una squadra che avesse una concezione del pallone sferica piuttosto che ovale era considerata pressapoco un’eresia, tanto che il primo progetto, quello dello Swansea Villa, naufragò tristemente all’alba del XX secolo.

Swansea_Town_AFC_1912-13_Squad_Photo

Nonostante ciò, pochi anni dopo, esattamente nel 1912, vide la luce lo Swansea Town, che prese in prestito la divisa dall’omonima squadra di rugby, che era solita indossare un completo interamente bianco. Ed è proprio il bianco il colore che tuttora contraddistingue il club, rimasto fedele alle origini, a differenza dei cugini del Cardiff City, rivali storici per ovvi motivi geografici, passati in modo anomalo dal blu al rosso per via dei bizzarri imprenditori che hanno contribuito a rendere il football un’azienda ancor prima che uno sport.

 

Così, lo Swansea Town si iscrisse in quell’anno alla Second Division della Southern League, anche se la prima grande impresa del club risale al 9 gennaio 1915, quando i gallesi batterono per 1-0 i campioni d’Inghilterra del Blackburn Rovers al primo turno di FA Cup, non riuscendo però a ripetersi nel turno successivo, quando si arresero al Newcastle. Durante il primo dopoguerra, causa anche le notevoli vicissitudimage-7-for-swansea-city-v-newcastle-united-fa-cup-gallery-24403684-2009214ini finanziarie, lo Swansea nuotò nelle acque burrascose della Third Division, salvo poi salire di categoria nel 1925. Ma la gloria fu sfiorata l’anno successivo, quando gli Swans intrapresero un cammino straordinario in FA Cup, eliminando, tra le altre l’Arsenal,  e raggiungendo la semifinale poi persa con il Bolton.

Quaranta anni dopo, nel 1965, i gallesi raggiunsero nuovamente la semifinale di FA Cup. Questa volta ad infrangere il sogno degli Swans fu il Preston, che poi a sua volta cedette al West Ham United nella finale di Wembley. Questo traguardo fu però macchiato dalla retrocessione in Third Division dell’anno successivo.

La squadra nel 1969 mutò il proprio nome in Swansea City e un anno più tardi inaugurò il cigno come simbolo del club, restyling che tuttavia non portò troppa fortuna, considerati i seguenti decenni passati nelle categorie inferiori. Così, i tifosi del cigno dovettero aspettare lo storico traguardo fino al giorno 31 maggio 2011, quando al termine del 4-2 rifilato al Reading nella finale dei playoff a Wembley, la squadra festeggiò la prima promozione in Premier League. L’artefice di quel trionfo fu un certo Brendan Rodgers,  che nel giro di pochi anni sarebbe diventato manager del Liverpool.

telegraph.co.uk

telegraph.co.uk

Come se non bastasse, il momento d’oro degli Swans continuò, e due anni dopo, sotto la guida di Michel Laudrup, alzarono al cielo di Wembley la Carling Cup (oggi Capital One Cup), annichilendo il Bradford City per 5-0, successo che spalancò alla squadra gallese le porte europee per la prima volta, poiché l’anno successivo lo Swansea si esibì nel palcoscenico dell’Europa League.

Filippo Benincampi- Football-please.com