banner ad

Buon pari per il Liverpool, Klopp strappa l’1-1 al “suo” Borussia

| aprile 7, 2016 11:04 pm

"Borussia Dortmund v Liverpool - UEFA Europa League Quarter Final: First Leg"

Nel giorno del suo ritorno a Dortmund, Jurgen Klopp dà un mezzo dispiacere alla sua ex squadra pareggiando 1-1 con il Liverpool al Signal Iduna Park contro il Borussia nell’andata dei quarti di Europa League e prendendo un leggero vantaggio in vista del ritorno ad Anfield che deciderà la qualificazione.

Dopo un quarto d’ora di studio, il primo squillo è dei tedeschi, che sugli sviluppi di un calcio piazzato ci provano con Weigl, il cui destro è però tutt’altro che irresistibile e si perde sul fondo. Decisamente più vicino al gol va Mkhitaryan, che su perfetto invito da sinistra di Schmelzer trova il decisivo intervento di Sakho a frapporsi tra lui e l’1-0 con Mignolet battuto. La risposta dei Reds è immediata, e porta Lovren a un passo dal vantaggio sugli sviluppi di una palla inattiva, ma Weidenfeller si fa trovare pronto sull’incornata del croato. Aubameyang si fa vedere anche lui su calcio di punizione, deviato in corner dalla barriera, ma poi sciupa un buon contropiede in due contro uno consentendo il recupero a Sakho, mentre Mkhitaryan angola troppo la conclusione dopo un’ottima azione personale e poi offre all’ex Milan un pallone che Mignolet blocca senza difficoltà. Molto fumo per il Dortmund, ma l’arrosto è servito dal Liverpool poco dopo la mezz’ora, quando Hummels esce male sulla sponda di Milner e lascia campo libero alla fuga di Origi, che brucia Piszczek e incrocia alla perfezione superando Weidenfeller per il pesantissimo 0-1. Una percussione di Clyne semina ancora il panico in area giallonera, ma nel recupero succede di tutto: Durm calcia male dal limite, Aubameyang si fa anticipare sul più bello da Lovren e Reus trova Mignolet a dirgli di no da pochi metri; l’occasione più clamorosa, però, ce l’ha ancora Origi, che sul filo del fuorigioco si fa ipnotizzare da Weidenfeller, lasciando aperti i giochi per il secondo tempo.

Secondo tempo che parte come meglio non potrebbe per Tuchel: corner per i suoi e stacco imperioso di Hummels che piega le mani di Mignolet e si redime dopo l’errore sul gol di Origi rimettendo in equilibrio il risultato sull’1-1. Lo stesso centravanti belga continua a fare reparto da solo creando un’altra buona occasione, chiusa con un tiro a lato, ma è un super Weidenfeller a negare per tre volte in pochi secondi il nuovo vantaggio a degli scatenati Reds, disinnescando ottimamente i due tentativi di Coutinho (uno dei quali con un autentico miracolo) e quello dalla distanza di Clyne. Il neo entrato Sahin e Reus provano ad alleggerire la pressione scaldando i guantoni di Mignolet da fuori area, ed effettivamente il quarto d’ora successivo porta con sé una nuova fase di studio, in cui il valzer delle sostituzioni dimostra la poca voglia di Klopp di accontentarsi di un comunque utile pareggio con l’ingresso di Firmino per Lallana. E’ il Borussia a farsi rivedere in area avversaria per primo a dieci minuti dal termine, con Castro che impegna Mignolet, ma entrambe le squadre sembrano appagate dall’1-1, ottimo risultato per il Liverpool considerando la rete segnata in trasferta e rischio calcolato per i gialloneri, e dopo due minuti di recupero la partita termina senza vincitori né vinti, rimandando il discorso qualificazione al ritorno ad Anfield.

 

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Category: Champions ed Europa League, Home, Liverpool