banner ad

Chelsea v. Manchester City 0-3

| aprile 16, 2016 8:36 pm

kun

Passa lo straniero a Stamford Bridge. Che poi in campo stranieri fossero praticamente tutti – solo tre britannici tra i ventotto calciatori che han giocato -, beh… questo è un altro discorso. Il punto è che il Manchester City ha vinto 3-0 a Londra contro il Chelsea, lasciandolo matematicamente fuori dalla Champions League per la prima volta dal 2002, per la prima volta nell’era Abramovich. I novelli semifinalisti di Champions League, invece, con questa importante vittoria balzano al terzo posto in classifica, in attesa del risultato dell’Arsenal di domani pomeriggio contro il Crystal Palace.
Mattatore del match è stato Sergio Agüero, giá autore di un hattrick sul campo dei campioni in carica della Premier League. Per l’argentino 21 le reti in campionato ora, con le quali bracca Harry Kane (22) in testa alla classifica cannonieri.

Se Guus Hiddink sperava che il ManCity fosse stanco per l’impegno infrasettimanale, si sbagliava di grosso. Pellegrini ha proposto la formazione di gala ed ha fatto sostituzioni solo per ragioni tattiche o per routinario ricambio. Nel Chelsea rientrava Diego Costa, ma il brasiliano non è mai stato attivato né da Cesc, né dalle ali Pedro e Willian, né da Loftus-Cheek, titolare per l’assenza di Oscar.
La gara si puó facilmente riassumere con una parola: “contropiede”. Da un contropiede attivato dallo stesso “Kun”, portanto avanti da Kevin De Bruyne e definito da Agüero con un chirurgico destro di interno da fuori area, è arrivato l’1-0 al 33’. Da un contropiede di Fernandinho è arrivato il 2-0 al 9’ della ripresa, col brasiliano che passata la metá campo ha lasciato la palla a Nasri, bravo a servire Agüero al momento giusto per la precisa conclusione del numero 10 a fil del primo palo di Courtois. E su contropiede sempre di Fernandinho è arrivato il rigore – con espulsione del portiere del Chelsea – che ancora Agüero ha trasformato nel 3-0 che ha chiuso il conto a dieci minuti dalla fine. Il resto è stato lento controllo del ManCity, che ha atteso il momento di colpire e lo ha fatto con una facilità insolita per un match di Premier League di questo livello.

Il Chelsea ora deve preoccuparsi davvero di chiudere la stagione degnamente, perché a cinque giornate dalla fine anche la zona Europa League è molto lontana: dodici i punti di distacco se la linea la dovesse segnare il quinto posto, sei (in attesa del Leicester v. West Ham di domani) se fosse il sesto posto. Sabato prossimo a Bornemouth la vittoria sará un imperativo.

TABELLINO

Chelsea: Courtois; Azpilicueta, Ivanovic, G. Cahill, Baba Rahman; Obi Mikel (dal 79’, Begovic), Cesc Fábregas; Pedro (dal 69’, Kenedy), Lotus-Cheek, Willian (dal 69’, B. Traore); Diego Costa. (In panchina: Miazga, Matic, Pato, Radamel Falcao)
Manchester City: Hart; Zabaleta (dal 67’, Sagna), Otamendi, Mangala, Kolarov; Fernandinho, Y. Touré; Jesús Navas, De Bruyne, Nasri (dal 75’, Delph); “Kun” Agüero (dall’85’, Iheanacho). (In panchina: Caballero, Demichelis, Fernando, Bony)

Gol: “Kun” Agüero (33’), “Kun” Agüero (54’) , (p) “Kun” Agüero (80’).
Ammoniti: Zabaleta [M], Otamendi [M], Nasri [M], Azpilicueta [C], Mikel [C].
Espulso: Courtois.
Arbitro: Mike Dean

 

Mario Cipriano

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Category: Chelsea, Home, Inghilterra, Manchester City, Premier League