banner ad

Mc Clean rifiuta il poppy: “Non lo posso indossare”. Ecco il perché…

| novembre 9, 2014 10:01 pm

mc clean

mc clean

In questo week-end abbiamo visto squadre di tutto il Regno Unito indossare il tipico ricamo del “poppy”, il papavero rosso, sulle maglie in occasione della commemorazione di tutti i caduti dell’esercito britannico e del 100° anniversario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale. Tuttavia venerdì sera nel match tra Bolton e Wigan ha fatto molto scalpore il gesto del venticinquenne ala del Wigan James McClean, di indossare una maglia normale, attirandosi tra l’altro i fischi e le contestazioni dai tifosi unanimi sugli spalti.

Prima del match era stata pubblicata sul sito ufficiale del club una lettera di Mc Clean in cui spiegava al presidente del club Dave Whean, le ragioni di  questa privata e sentita decisione:

Caro Presidente, ho un profondo e totale rispetto per coloro che combatterono e morirono in entrambe le Guerre mondiali.  […] Ma il poppy rappresenta anche altre vittime e per i nordirlandesi – in particolare quelli di Derry, come me – è il simbolo del massacro del Bloody Sunday del 1972 (giorno in cui l’esercito britannico sparò sulla folla che manifestava per il rispetto dei diritti civili, colpendo 26 persone e causando 14 morti). Se indossassi il poppy, la mia gente la considererebbe una mancanza di rispetto per gli innocenti che persero la vita durante il conflitto nordirlandese e, in particolare, nel Bloody Sunday. […]  Voglio che sia chiaro che non sono un anti-britannico e che sono un pacifista, contrario a tutte le guerre.[…] Ma sono molto fiero delle mie origini e non posso fare qualcosa che ritengo profondamente sbagliato”.

 

 

 

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Category: Football League Championship, Home, Uncategorized